Il tempo dentro di noi

 

Il tempo dentro di noi Stefano Galardini

Stefano Galardini ha 32 anni e vive tra Genova e Monza. Condivide casa con Niky, gatto da un occhio solo.
Sul suo comodino ci sono novanta libri in attesa di essere letti, ma continua imperterrito a comprarne.
Ama la musica, meglio se in vinile, a scelta tra rock e rock, con brevi puntate sul blues.
Nella vita di ogni giorno si occupa delle persone, lavorando come Operatore Socio Sanitario.
Il tempo dentro di noi” è il suo romanzo d’esordio ed è pubblicato da Edizioni Convalle.

DESCRIZIONE

Luca e Lidia si conoscono praticamente da sempre. Condividono la vita di ogni giorno, la scuola, gli studi. Si ritrovano imperterriti a raccontarsi le loro avventure, le loro esperienze. Ma cosa c’è in realtà tra loro? Veramente è solo amicizia o, come spesso accade, uno dei due cela faticosamente il reale sentimento per timore di essere respinto?

LASCIO CHE IL LIBRO SI PRESENTI

 

INSIEME: Non c’erano vere preoccupazioni in quei giorni, forse poteva intuirsi soltanto l’accenno di quello che sarebbero state le declinazioni delle loro vite. Ma era agosto, il sole era troppo forte per notare le sfumature, la giornata troppo bella e calma per essere tristi o prudenti e anche il temporale, che si stava lentamente preparando, pareva una minaccia che si sarebbe anche potuta mai avverare.

SINCERITÀ: Perché fu allora che entrambi impararono una cosa, inconsciamente, come un seme piantato in fondo alla loro visione delle cose, che sarebbe germogliato a pieno solo dopo il giusto periodo di incubazione inconsapevole: quel giorno impararono che in un rapporto profondo con un’altra persona esiste un mondo sotterraneo, una vita parallela dove scorre tutto il non detto, il taciuto, le cose che si pensano ma non si possono o non si vogliono dire.

LEGAMI: Il suo odore, la consistenza delle spalle, la stretta di lui sul fisico più minuto di lei; cose che conosceva, che riconobbe immediatamente in quel momento e che la resero davvero consapevole di quanto tempo fosse passato dall’ultima volta che vi si era imbattuta. Luca c’era stato sempre, ma non era mai stato fisicamente accanto a lei per tutto quell’anno: la consapevolezza di questa semplice considerazione l’attraversò in un attimo come una scarica elettrica. Era a casa.

GIOCHI DI VITA: La corsa verso il futuro è possibile, ma senza poter avere la certezza di raggiungere la fine. Il futuro è sempre un po’ più in là, in ogni momento e in mezzo, come un ostacolo, sempre il presente. Quello che ancora non aveva compreso, era che l’ostacolo andasse vissuto, ogni progetto rivisto e scardinato momento per momento per adattarlo alla situazione. Non si può sognare per sempre di raggiungere un momento perfetto, ma adattare ciò che dal futuro arriva nel presente e trovare il modo di cavarne fuori tutto il buono possibile.

LA MIA OPINIONE SUL LIBRO

Esiste l’amicizia tra uomo e donna?
Quante volte avete sentito questa domanda? Quanti pareri discordanti sono stati espressi a riguardo?
L’amicizia tra un uomo e una donna è proprio l’argomento che Stefano Galardini affronta nel suo intenso romanzo. Due ragazzi cresciuti insieme, che una volta adulti devono fare i conti con le implicazioni che il loro rapporto comporta.

Ma facciamo un passo indietro. Ho chiesto a Stefano di parlarmi del suo libro e lui mi ha detto che: “tutto è cominciato dall’idea di un’amicizia tra uomo e donna, quella tra Luca e Lidia, i protagonisti del libro appunto. Riflettendo su questo argomento e costruendo (o scoprendo) man mano la vita e le personalità di entrambi e le loro vicende personali, il romanzo è cresciuto quasi da sé, pagina dopo pagina, come se ogni giorno venissi a conoscenza delle loro vite, delle loro vicende, delle gioie e i dolori e i giorni né belli né brutti… Inoltre…. C’è tanto di me. In ogni personaggio, pregi, difetti, inclinazioni, caratteristiche…”

Quando gli ho chiesto cosa gli ha trasmesso la scrittura di questo romanzo e cosa vorrebbe che trasmettesse ad altri, mi ha risposto: “vorrei che i lettori, una volta finito, sentissero che si tratta di un romanzo onesto, sincero. L’ho scritto con questo spirito e credo di esserci riuscito. C’è tutto quello di cui mi sembrava importante parlare, riguardo la vita, l’esistenza, le relazioni tra le persone. E l’ho fatto con l’anima a nudo, per cui, la mia prima esigenza è quella: essere onesto con me stesso e con chi mi leggerà riguardo a tutto questo.”

Il  tempo dentro di noi è una vita, anzi due, anzi molte… percorsi, crescendo di emozioni, responsabilità verso se stessi e gli altri, priorità, aspettative, illusioni, delusioni e molto altro. L’autore ha fatto un’analisi accurata, si è addentrato nei sentimenti più profondi riuscendo a portarli in superficie. Non si è trincerato dietro luoghi comuni, non ha romanzato – pur essendo un romanzo – è stato, anzi, molto pragmatico.

Esiste quindi l’amicizia tra uomo e donna?

L’autore una risposta alla fatidica domanda, nel suo romanzo ce la dà, ma ovviamente non sarò io a svelarla. Quel che è certo, è che prima di darcela, ci fa intraprendere un viaggio in cui ognuno di noi si renderà conto di essere stato, per una parte della propria vita, un po’ Luca o un po’ Lidia.

 

Potete acquistare Il tempo dentro di noi di Stefano Galardini inviando una mail a
edizioniconvalle@gmail.com, su Ibs o cliccando sull’immagine sottostante

Il tempo dentro di noi Stefano Galardini

 

This entry was posted in Recensioni and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Il tempo dentro di noi

  1. Stefania Convalle says:

    E anche questa volta hai fatto centro, cara Serena! Un’accurata recensione che dà un quadro perfetto di questo romanzo!
    Grazie 😉
    Stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *